Web Development

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Il Web Developer, è lo sviluppatore web, una figura professionale che si occupa dello sviluppo di applicazioni web, in particolare dello sviluppo del codice di programmazione e dei linguaggi di markup.
Lavora in team con figure come web designer, webmaster, web content manager e con esse non deve essere confuso.
Il web developer non progetta la grafica di un sito, con web development si può intendere dallo sviluppo di una semplice pagina statica ai più complessi applicazioni web, commercio elettronico, servizi di social network.
La figura del web developer sta diventando sempre più importante grazie alla attuale tendenza a trasferire le applicazioni desktop sul web e consentire all’utente di accedere ai propri dati indipendentemente dal computer e dal luogo da cui lavora.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][minti_video]https://vimeo.com/112035095[/minti_video][minti_spacer][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/1″][vc_column_text]Esiste un grande ventaglio di offerte, in funzione dell’uso che si vuole fare del sito web: le offerte disponibili sul mercato permettono di solito di ospitare qualsiasi tipologia di sito, a patto che non vada a sovraccaricare il server in uso .
I siti statici in questo contesto sono basati esclusivamente su HTML / CSS / JS, sono modificati di rado e costringono l’utente che volesse fare modifiche ad alterare il markup HTML a mano:isiti dinamici, al contrario, godono dei vantaggi offerti da CMS, quali Joomla! e WordPress, ed offrono editor integrati, widget e facilitazioni varie.

Un servizio tipico, per un sito statico, può tra l’altro comprendere:

registrazione o trasferimento di un nome di dominio;
da uno a infiniti indirizzi di posta elettronica, associati a diverse caselle di posta (POP3) oppure ad una sola (alias e-mail);
filtri antispam ed antivirus;
un determinato quantitativo di spazio web;
gli strumenti adatti alla gestione delle pagine, quali file manager, prototipi, FTP, contatori di accesso, ecc.;
una quantità di banda mensile adeguata per il traffico generato dal sito.
Un servizio tipico, per un sito dinamico può comprendere, oltre a quanto già citato:

il supporto ad uno o più linguaggi di scripting, come ad esempio PHP, Python, o ASP;
il supporto ad un database on-line, come ad esempio MySQL o PostgreSQL;
servizi di statistiche e analisi del traffico, come ad esempio il software libero Webalizer o il più moderno Piwik;
L’hosting si differenzia anche in base al tipo di spazio che viene messo a disposizione:

un server dedicato (ovvero un server web che ospita un unico sito web);
un server condiviso (ospita una pluralità di siti sul medesimo server);
un cloud hosting;
Gli spazi venduti su server condiviso possono essere frazionabili o meno a seconda che permettano di ospitare un solo dominio o più domini.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]